MENU
 
 

La Grande Guerra. I soldati di Pannone e Varano

Schede Storiche by Alessio Less  
 

Presentazione della Mostra Fotografica:

  Stiani a Panòm e a Varam -

1) Cenni Storici.  Nell'Ottocento Pannone e Varano

2) Fra 800 e 900. La cooperazione

3) La Grande Guerra;  I soldati di Pannone e Varano

4) L'esodo della popolazione

5) La guerra a Pannone e Varano

6) Il dopo-guerra e la  ricostruzione. Il nuovo comune di Pannone

 

Il 28 luglio 1914, dopo l'attentano di Sarajevo, l'Impero austro-ungarico dichiarò guerra alla Serbia, alleata della Russia.
L'imperatore Francesco Giuseppe indirizzò un proclama "Ai miei popoli...." e vi fu la mobilitazione generale e la leva in massa di tutti gli uomini validi dai 21 ai 42 anni; l'anno dopo partirono anche quelli dai 18 ai 50 anni.

Gli uomini di Pannone e Varano prestarono servizio, come gli altri trentini, nellle compagnie dei Kaiserjäger (Cacciatori imperiali) o degli Standschützen e Kaiserschützen, su diversi fronti, ma soprattutto sul fronte orientale, in Galizia e sui Carpazi, dove molti morirono proprio nel primo anno di guerra. Alcuni vennvero fatti prigionieri e finirono in Russia.

I soldati combatterono, soffrirono e morirono per quattro lunghi anni. Riuscirono talora a rivedere i parenti dispersi nell'esodo o a scrivere e ricevere da loro corrispondenza.
Quando al termine del conflitto, i sopravvissuti rientrarono dal fronte, vennero spesso fatti prigionieri dagli italiani.

Le fotografie documentano i volti, gli atteggiamenti, le divise degli uomini che dovettero partire per una guerra, che probabilmente non compresero ma che accettarono come ineluttabile.


New-CMS 2.9.7 Valid CSS Valid html 5 GNU General Public License Admin
This page was created in 0.1139 seconds
Contenuto del div.